TRANSMISSIONS WAVES

TRANSMISSIONS WAVES

Online, Everywhere.

12-14 marzo 2021

Si è svolta da venerdì 12 a domenica 14 marzo 2021 sulle piattaforme digitali Dice.tv e Radio Raheem la prima edizione di Transmissions Waves, spin-off dell’omonimo festival targato Bronson Produzioni dedicato alle più innovative frontiere della musica e della ricerca performativa (previsto per novembre 2020, successivamente annullato a causa dell’emergenza sanitaria).

Transmissions Waves ha presentato un palinsesto digitale di live, dj set e performance, che hanno visto protagonisti 10 artisti e band da 6 Paesi del mondo Stati Uniti, Brasile, Cina, Messico, Kenya e Italia: Gruppo Nanou/OvO (IT), Mamiffer (US), Deafkids (BR), J. Zunz (MX); Masma Dream World (US), San Leo (IT) Pan Daijing, (CN) KMRU (KE) e Ehua (IT).

Sono stati ben 1500 i biglietti – ciascuno dei quali permetteva la visione contemporanea di più utenti – acquistati con modalità up-to-you in tutto il mondo per l’evento, il 40% dei quali dall’estero (in ordine Regno Unito, Stati Uniti, Messico, Brasile, Germania, Irlanda, Canada, Francia, Belgio, Portogallo e altri per un totale di 38 nazioni), con una fascia di età prevalente tra i 35 e i 44 anni (33%) e una forte componente di giovani (oltre il 38% la percentuale di spettatori con un’età compresa tra i 18 e i 34 anni).

Un importante successo di pubblico, che ha trovato conferma anche nel palinsesto curato da Radio Raheem, antenna culturale milanese tra le più innovative nate negli ultimi anni in Italia e content partner di questa edizione zero, che ha registrato oltre 1200 ascoltatori complessivi per i tre dj set realizzati ad hoc per l’occasione.

«È stata una sfida inedita e complessa – scrive Chris Angiolini, fondatore e Direttore Artistico di Transmissions – sulla quale abbiamo voluto scommettere dall’inizio: per questo il successo di questa edizione zero di Transmissions Waves ci dà grande soddisfazione. Sono state tre giornate ricche di suggestioni e di contenuti, dedicati ad una comunità di appassionati che si è finalmente ritrovata, seppur nella distanza, per celebrare il Suono. È stato fondamentale e confortante poter incontrare nuovamente questa comunità, percepirne ancora una volta il riverbero, quasi tangibile, provenire dai punti più disparati del mondo. Come non mai, Transmissions Waves è stata una sfida affrontata e vinta insieme: per questo, oltre al pubblico e a tutti gli artisti – che si sono spesi in prima persona per la riuscita dell’esperimento – un grande ringraziamento va a alle istituzioni che ne hanno permesso la realizzazione (Comune di RavennaAssessorato alla CulturaRavenna Per DanteRegione Emilia Romagna) al nostro content partner Radio Raheem e ovviamente a Dice.fm. Ora guardiamo al futuro, faremo tesoro di questa esperienza, svilupperemo nuove collaborazioni e ci ritroveremo tutti a Ravenna. Sooner than later.»

«Quello che si chiede a un festival come Transmissions – dice Bruno Dorella, con i suoi OvO tra i protagonisti dell’Opening del festival – è lo stupore. Chi segue Transmissions ha voglia di lasciarsi portare in territori inesplorati, magari perdersi, uscire dalla comfort zone. Transmissions si prende sulla fiducia: si conoscono sì e no un paio di nomi, sugli altri ci si butta e si vede come va a finire. Così è stato anche per questa versione streaming chiamata Waves.
La cosa interessante è che chi ha avuto l’accortezza di vederli tutti non ha potuto non notare che il live in streaming sta diventando una forma d’arte a sé stante. Non è già più il simulacro di un concerto, ma corre rapidamente verso una propria rivendicazione d’identità. Stiamo vedendo nascere una nuova disciplina, e dovremmo esserne curiosi invece di rifiutarla. Stiamo vivendo la fase pionieristica di qualcosa di nuovo, altro che simulacro. Quando si ricomincerà a suonare ce ne dimenticheremo? Non credo.»